La diagnosi di Malattia di Parkinson è, nella maggioranza dei casi, clinica, avviene mediante l’analisi dei sintomi (tremore, rigidità, rallentamento, disturbi dell’equilibrio e dell’andatura).

Presenta un certo grado di criticità: i segni e i sintomi della malattia possono riscontrarsi anche in altre condizioni cliniche denominate Parkinsonismi, sia di tipo neurodegenerativo che secondari ad altre patologie o all’uso di farmaci.

Effettua la diagnosi il Medico Specialista in Neurologia, ovvero il Neurologo, esperto in disordini del movimento, che potrà richiedere una serie di esami strumentali (RMN encefalo, metodiche di neuroimaging funzionale quali PET, SPECT, fMRI; scintigrafia miocardica con 123I-MIBG) per distinguerla da altre patologie.

 

Diagnostic criteria for Parkinson’s Disease

Gelb DJ, Olivier E, Gilman S. Arch Neurol 199l;56:33–39

Elementi considerati per la diagnosi
1- Segni motori cardinali

a) Tremore di riposo, distale, 3-6 Hz

b) Rigidità

c) Bradicinesia

d) Esordio asimmetrico

2 – Responsività alla Levodopa

a) Somministrazione una dose Levodopa: 100-250 mg x OS

b) Oppure Apomorfina: 50-100 mg/Kg sottocute

Valore predittivo positivo 80-90%

3 – Assenza di segni atipici

– Precocità di : Instabilità posturale, fenomeni di freezing, deterioramento cognitivo, allucinazioni, movimenti involontari patologici, paralisi verticalità dello sguardo.

– Cause accertate di parkinsonismo secondario (lesioni focali, farmaci, tossici)

 

Criteri per la diagnosi di Malattia di Parkinson
Possibile a) Presenza di almeno 2 dei 4 segni cardinali (uno deve essere tremore o

bradicinesia

b) Assenza di sintomi atipici

c) Documentata risposta all’uso di L-dopa o dapaminoagonisti (o mancanza di un adeguato tentativo terapeutico con L-dopa o dopaminoagonisti)

Probabile a) Presenza di almeno 3 dei 4 segni cardinali

b) Assenza per almeno tre anni di sintomi atipici

c) Documentata risposta all’uso di L-dopa o dopaminoagonisti

Definita a) Presenza di tutti i criteri per la diagnosi di malattia di Parkinson possibile